Marketing elegante: una strategia vincente per quali tipi di aziende?

Pubblicato: 03-03-24, da Nicola Di Grazia
[responsivevoice_button rate="1" pitch="1" voice="Italian Male" buttontext="LEGGIMI IL TESTO"]
eleganza
Condividi questo articolo
Tempo di lettura: 4 minuti

Per Giorgio Armani "L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare".

Il questo articolo approfondiamo come questo concetto si possa applicare al marketing e alla comunicazione d'azienda.

Riprendendo la frase di Armani, il marketing che usa i principi dell'eleganza ha il fine di rendere memorabile un prodotto o una azienda. Meno quello di farsi notare sul momento.

Cerchiamo di definire meglio cosa sia l'eleganza e la sua distinzione dal un concetto simile, quello del lusso.

Altrimenti il marketing elegante potrebbe sembrare il marketing dei settori dell'alta moda e lusso. E non è necessariamente così.

Due termini vicini che evocano percezioni diverse

Lusso

dubai

Dubai: città del lusso

Il lusso si riferisce a prodotti, servizi o stili di vita che sono al di sopra degli standard ordinari, spesso caratterizzati da qualità superiore, esclusività e un prezzo elevato.

Il lusso è legato alla ricchezza materiale, alla rarità e alla capacità di offrire esperienze o prodotti che non sono facilmente accessibili alla maggior parte delle persone.

Il lusso può manifestarsi attraverso marchi prestigiosi, auto di alta gamma, hotel a cinque stelle, gioielli costosi e altre merci che simboleggiano uno status sociale elevato.

Il lusso, non basandosi sull'essenzialità, produce spesso disturbo visuale e uditivo.

Il lusso, quindi, è percepito anche in termini di possesso e consumo di beni che rappresentano il meglio disponibile sul mercato.

Eleganza

CItta elegante: Vienna

Città elegante: Vienna

Eleganza è più sottile e meno tangibile del lusso.

È un concetto che abbraccia:

  • la grazia,
  • la raffinatezza,
  • l'essenzialità,
  • la buona educazione.
  • il silenzio.

L'eleganza è più una qualità o un attributo che può essere espresso non solo attraverso oggetti materiali ma anche attraverso comportamenti, modi di esprimersi, design o soluzioni a problemi complessi.

Non è necessariamente legata al costo o alla rarità degli oggetti, ma piuttosto al modo in cui essi sono scelti, utilizzati o presentati. Una persona può essere elegante senza indossare abiti costosi, proprio come un ambiante interno può essere elegante con un design minimalista che non si avvale necessariamente di mobili o decorazioni di lusso.

Mentre il lusso è spesso associato a "quanto" qualcosa costa o "quanto" è esclusiva,
l'eleganza è più relativa a "come" qualcosa viene presentato o "come" una persona si comporta.

È possibile trovare eleganza in contesti modesti, dove la scelta e l'armonia degli elementi prevalgono sulla loro rarità o costo.

Allo stesso modo, non tutto ciò che è lussuoso è automaticamente elegante; il lusso senza considerazione o gusto può risultare eccessivo o volgare, come una città tipo Dubai rispetto a Parigi o Vienna.

Marketing elegante: una definizione

Con le premesse sopra fatte, un marketing elegante si distingue per la sua capacità di comunicare il valore di un prodotto o servizio in modo sottile ma persuasivo, evitando approcci aggressivi o sovraccarichi di informazioni.

Questo tipo di marketing predilige la qualità alla quantità, optando per messaggi chiari, concisi, ben studiati che risuonano con il pubblico target a un livello profondo. Non preferisce svendite o promozioni divolte a tutti, stile Black Friday.

Il marketing elegante si basa su una comprensione approfondita del proprio pubblico, sull'empatia con i clienti. La comunicazione elegante predilige così anche il silenzio, le pause, gli spazi vuoti e i momenti di ascolto.

Per chi è adatto il marketing elegante?

A mio avviso, l'eleganza è una strategia vincente per ogni tipo azienda.
Comunque, per non essere generalista, il marketing e la comunicazione elegante trovano applicazione ideale in settori dove la raffinatezza e la discrezione sono particolarmente apprezzate. Ecco alcuni esempi:

  1. Alta moda e lusso: In questi settori, l'eleganza è un valore fondamentale. La comunicazione deve riflettere l'esclusività e la qualità superiore dei prodotti. Facendo attenzione a non confondere eleganza e lusso nella comunicazione.
  2. Gastronomia e ristorazione di alto livello: Qui, l'eleganza nella presentazione e nell'esperienza culinaria si deve estendere anche al marketing, che dovrebbe evocare sensazioni uniche e invogliare il cliente a vivere un'esperienza sensoriale eccezionale.
  3. Servizi professionali di alto profilo: Aree come la consulenza aziendale, i servizi legali e finanziari, dove la discrezione e la professionalità sono chiave, beneficiano enormemente di un approccio al marketing elegante. Per questo, in Fromlu, crediamo che uno studio legale, di commercialisti o uno studio medico dovrebbero abbracciare una comunicazione sopratutto elegante.
  4. Prodotti e servizi legati al benessere e alla salute: Spa, ritiri esclusivi e prodotti di bellezza di qualità richiedono un marketing che comunichi efficacemente la promessa di un'esperienza trasformativa e raffinata. Di nuovo, anche qui, se la comunicazione sfocia nel mero lusso, i valori dell'eleganza saranno come un raffinato profumo annacquato.

I principali mezzi del marketing elegante

In un'era caratterizzata da un eccesso di informazioni e da tecniche di marketing sempre più invasive, il rischio di produrre "rumore" comunicativo è elevato. Molte strategie di marketing, purtroppo, sfociano in messaggi che vengono percepiti come ingannevoli o semplicemente irrilevanti dal pubblico, minando la fiducia nei confronti dei marchi.

Un marketing elegante, al contrario, punta a costruire relazioni basate sulla fiducia e sul rispetto reciproco.

In pratica, quali sono i mezzi dell'Elegant marketing? Principalmente sono 4:

  • Storytelling (utilizzare narrazioni per comunicare valori aziendali, rafforzare il brand e creare una connessione emotiva con il pubblico)
  • Brand positioning (definisce come un marchio si distingue e viene percepito nel mercato rispetto ai concorrenti),
  • L'esperienza dell'utente: il prodotto o il servizio deve produrre sensazioni gradevoli, rassicuranti, di alta qualità. Immagina un ristorante romoroso che serve piatti poco curati, da camerieri maleducati, ma ha un ottima narrazione e brand positioning in città: se manca un'ottima esperienza dell'utente, il locale non sarebbe assolutamente percepito come elegante.
  • Content marketing (la creazione di contenuti per attrarre, coinvolgere e mantenere un pubblico specifico).
    Il content marketing esula dal pubblicare appena contenuti specifici per vendere. E si focalizza, piuttosto, nel dare informazioni utili ad un pubblico specifico. Come fa Michelin con la sua famosa guida, estesa dal prodotto per automobilisti fino alle recensioni di raffinati ristoranti, con le ambite "stelle".
guida michelin

Il caso di Content Marketing della Guida Michelin

pubblicità elegante - P.Kotler

Dal libro Marketing 4.0 di P. Kotler

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seo

Il tuo sito web ha poche visite?

Migliora il suo posizionamento: chiedi una consulenza SEO.

I 5 articoli più letti

Podcast

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram