Le 7P marketing mix per la strategia delle attività di servizi

Pubblicato: 11-12-18
Scritto da Nicola Di Grazia
7p marketing mix

Se vuoi creare un piano di marketing devi almeno definire 4 variabili

All’interno di un Piano Marketing, uno dei passaggi più importanti riguarda le 4P del Marketing (in gergo Marketing Mix), rappresentate da:

  • il prodotto,
  • il prezzo,
  • il luogo della distribuzione (place),
  • la promozione (la pubblicità, le public relations, ecc.)

Nel mercato dei servizi, le 4P però aumentano a 7 variabili. Si parla delle 7P. Quindi, un piano di marketing di un'attività di servizi dovrebbe tener conto di 3 variabili in più.

Andiamo con ordine: definiamo cosa sia il mercato dei servizi.

Cosa è una attività di servizi?

Non c'è una linea di demarcazione netta tra imprese di servizi, imprese di consumo o industria.

In prevalenza, un'impresa di servizi vende un bene intangibile, che non si può immagazzinare.
Il suo marketing è spesso più complesso, perché non si può mostrare il prodotto finito.

marketing per imprese di servizi

Ad esempio, come può un dentista, un avvocato, un coach o un fisioterapista mostrare il risultato finale del suo trattamento? O un ristorante garantire una bella esperienza all'interno del proprio locale?
Non può, sul singolo cliente, almeno fino alla fine della performance professionale.

 

Le variabili aumentano per i servizi: 7P marketing mix

Per visualizzare un primo e conciso piano di marketing per una attività di servizi, parti dalla definizione di queste 7 variabili:

7P MARKETING MIX

  • Prodotto:
    Il prodotto è un servizio: è intangibile ed è prestato spesso a contatto con il cliente.
    Definisci quali necessità risolve il tuo servizio. Che caratteristiche stai migliorando, per renderlo differente dai servizi di colleghi/concorrenti? Quando questa risposta è definita, la vendita e la comunicazione sarà più efficace.
  • Prezzo:
    La variabile "prezzo" non è appena avere una politica di prezzi o offerte Early Booking.
    Per prezzo, si intende l'analisi continua delle proposte della concorrenza; l'esperienza che offri, dal lato cliente, per avere il tuo servizio (tempo di attesa compreso); la scelta di offrire garanzie "soddisfatti o rimborsati" o omaggi di benvenuto.
  • Place (posizione, distribuzione)
    Il place è il luogo dove è prestato o presentato il servizio: online, ufficio, eventi?
    È importante, per una attività di servizi, avere anche un place online. Dovresti valutare la tua "posizione a scaffale" sul web: la SEO, l'ottimizzazione del sito per essere primi nei risultati di ricerca, rispetto ai concorrenti. Nell'analisi del place, vanno appunto considerati i principali concorrenti.
  • Promozione (Promotion & Education)
    Come promuovi e comunichi il tuo servizio? Hai un brand positioning?
    Inoltre nel marketing dei servizi buona parte della comunicazione è educativa ed informativa (si chiama content marketing), sostenuta da divulgazione su canali online e offline (sito web, stampa, social media, public relation, eventi, co-marketing, email marketing, ecc.).
    Hai definito una linea editoriale, per questi canali?
  • Persone
    Oltre a definire chi è il cliente ideale (buyer personas), nei servizi acquista importanza anche il prestatore del servizio: chi è aldilà del "bancone".
    Si deve comunicare il fattore umano dell'azienda, perché tra venditore e compratore si instaura una relazione che va oltre il normale rapporto impresa-cliente. Diventa strategico curare il marketing interno e la cultura aziendale orientata ai propri collaboratori, manager e impiegati.
  • Processi
    Dei processi aziendali ottimizzati garantiscono efficacia, risparmio e la percezione dell’azienda, da parte del cliente, ai massimi livelli. I processi sono la tua "formula magica": il tuo modo unico di fornire il servizio che, altrimenti, sarebbe facilmente copiabile. Dai processi di prospezione di clienti, al modo di scrivere le email, hai definito questi processi?
  • Prove sociali
    Come un servizio è qualcosa di intangibile, le persone cercano prove evidenti che ne testimoniano la qualità: il marketing deve allora presentare case studies, testimonianze di clienti soddisfatti, loghi di aziende servite. Comprendiamo che per tutte le realtà non è uguale: un avvocato non ha la stessa facilità di un fisioterapista a raccogliere delle recensioni di clienti. Comunque sia, suggeriamo di pianificare un processo per raccogliere le prove sociali, che dimostrino la qualità del servizio che offri.

Nicola di Grazia, comunicazione e marketing a LuccaCome creare un piano di marketing sintetico quando offri servizi

Se ancora non l'avessi fatto, prendi carta, penna e scrivi, le tue 7P marketing mix.

In pratica, starai scrivendo un sintetico Piano di Marketing: l’insieme degli elementi utili a vendere il tuo prodotto/servizio sul mercato, compresa l’analisi dei competitor e il posizionamento della tua attività (nella variabile Promozione).

E quando desideri una consulenza in merito, entra in contatto senza impegno.

Condividi questo articolo
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram