YouTube Vs Vimeo: perché Vimeo è migliore per creare i video corsi

Pubblicato: 29-10-23, da Nicola Di Grazia
[responsivevoice_button rate="1" pitch="1" voice="Italian Male" buttontext="LEGGIMI IL TESTO"]
corsi formazione video
Condividi questo articolo
Tempo di lettura: 4 minuti

Dovresti utilizzare YouTube o Vimeo per pubblicare i contenuti del tuo corso online?

D'istinto io rispondo che è meglio Vimeo, anche se per alcune funzionalità è richiesto un piano a pagamento (quello base è di €6 al mese).
Per motivare questa tesi, segnalo un video in inglese di Jason Whaling che illustra 5 considerazioni sul tema YouTube Vs Vimeo, usati specificatamente per ospitare corsi di formazione online.

Sono 5 considerazioni che sottoscrivo. Ed ho ampliato di seguito.

1) Gestione delle condivisioni URL

Sia su YouTube che su Vimeo, puoi caricare un video in modalità protetta alla visione di qualsiasi visitatore. Ciò significa che puoi caricare un video su queste due piattaforme e nessuno che sta navigando potrà vederlo.

Su YouTube, si chiama "non elencato".
In realtà, puoi anche usare l'opzione "privato" su YouTube, ma poi sarai costretto ad inviare manualmente l'accesso al video - in email - a ciascuna persona che desidera vederlo. Naturalmente, se stai creando un corso online, non vorrai farlo: vuoi che l'iscritto trovi il video disponibile, in una determinata pagina protetta, del tuo sito web (magari gestito da WordPress e Tutor LMS).

Quando utilizzi la modalità "non elencato" (unlisted), in pratica significa che nessuno può trovare il video a meno che abbia un link diretto.

vimeo
Le opzioni di Vimeo

Anche su Vimeo, puoi caricare un nuovo video e configurarlo come "non elencato". Con un fattore pro e uno contro. Quello contro è che l'opzione "unlisted" è per piani a pagamento, a partire di 6 euro al mese.

Il punto positivo di Vimeo è puoi limitarare le condivisioni esterne: se incorpori il tuo video YouTube nel tuo sito, le persone possono facilmente fare clic con il tasto destro del mouse sul video, copiare l'URL del video e poi andare su YouTube e guardarlo praticamente ovunque vogliano, o condividerlo con chiunque vogliano.

Con Vimeo, d'altra parte, puoi impostarlo in modo che le persone non possano copiare il link.

E anche se vanno nell'HTML della pagina e trovano il link Vimeo, se lo incollano in una URL e hai impostato in modo che non sia condiviso, otterranno una pagina di errore da Vimeo.

Quindi, quando si tratta di accesso e condivisione, Vimeo è in vantaggio, perché rende molto difficile alle persone condividere il video.

2) Creare video corsi: maggiore protezione dei contenuti

Metti un'enorme quantità di lavoro nella creazione del tuo corso online, giusto?
Quindi, non c'è niente di peggio che passare tutto quel tempo ed energia e poi scoprire che viene completamente piratato e condiviso su piattaforme P2P, o passato di chiavetta USB in chiavetta USB ,tra un partecipante e i suoi conoscenti.

È il problema principale di qualsiasi corso online, e cioè che non appena è online, non importa se è su YouTube,
su Vimeo, su Wistia, su Amazon S3,  qualcuno può trovare un modo per rubarlo. C'è persino chi è specializzato nel rubare video Udemy. Quindi, se qualcuno vuole rubare il tuo corso, troverà un modo. Facciamocene una ragione.

Penso comunque che questa sia un'altra considerazione, quando si tratta del dibattito tra YouTube e Vimeo.
Non si tratta necessariamente di sapere se le persone possono rubare i video. Potranno, se lo vogliono veramente.

Si tratta piuttosto di aumentare la barriera "difensiva" e il lavoro che qualcuno deve fare per prendere effettivamente il tuo contenuto.

E con Vimeo, i male intenzionati hanno decisamente più barriere rispetto a YouTube, per rubare il contenuto.

3) Maggiori funzionalità

Vimeo spicca in termini di funzionalità e opzioni disponibili. Ne descrivo almeno 2.

Con Vimeo, quando stai incorporando il video, puoi togliere il logo di Vimeo (vedi l'opzione in figura sotto) dal player video o modificare le impostazioni del colore. Puoi, ad esempio, impostare dei colori che siano quelli del tuo brand, facendo sembrare il player dei video di tua proprietà.

vimeo

Il secondo aspetto positivo è che hai anche la possibilità di sostituire facilmente il tuo video.
Perchè qualcosa di molto fastidioso con YouTube è che se fai un errore in un video, devi eliminare il video e quindi caricare un video completamente nuovo.

Mentre Vimeo ha effettivamente l'opzione di aggiornare un video, il che è ottimo per i corsi online. Perché una volta che hai creato il tuo corso, non devi cambiare nulla.

Quindi, se hai bisogno di aggiornare un video e ti rendi conto di aver commesso un errore di informazioni in un video, puoi rivederlo, ri-registrarlo e semplicemente sostituire il file corrente. Questo non influirà sull'incorporazione e sulla condivisione URL, che rimarranno invariate.

Pertanto, con Vimeo è molto facile mantenere aggiornato il tuo corso e gestire i file del corso. Al contrario, se stai utilizzando YouTube, dovrai rimuovere il video precedente, caricare quello nuovo e quindi aggiornare l'URL sulla piattaforma del tuo corso online scelta.

4) La percezione dell'utente

Il quarto fattore da considerare è l'esperienza dell'utente. Riguarda come i tuoi studenti percepiscono il tuo contenuto quando vi accedono, dopo aver pagato.

Dall'esperienza personale, posso dirti che fornisce un'esperienza utente molto migliore quando le persone, che hanno pagato, vedono contenuti diversi da un video su YouTube. Perchè YouTube è fortemente associato al contenuto gratuito.

Quindi, se qualcuno paga per il tuo corso e tutto ciò che riceve è una collezione di video di YouTube, il valore percepito di ciò che stai offrendo sarà inferiore, a causa dell'associazione intrinseca con il contenuto gratuito.

5) Suggerimenti a fine video

Infine, se utilizzi video di YouTube per incorporare il contenuto del tuo corso, i tuoi spettatori vedranno una volta finito di guardare, e se mettono in pausa il video, varie altre opzioni di video suggeriti.

video suggeriti YouTube

Non è il massimo, per chi offre un corso a pagamento, per almeno 2 ragioni:

  • può peggiorare l'esperienza dell'utente nel tuo corso online, introducendo distrazioni e confusione.
  • può portare l'iscritto a vedere dei video di tuoi concorrenti.

Con Vimeo invece non succede: hai maggiore controllo di quali suggerimenti mostrare a fine video. E, nel piano "plus", non hai nessuna pubblicità prima, durante o alla fine del video. In verità, anche nel piano "free" (lo riscontro per esperienza personale anche se poi non c'è garantito, per scritto, in nessuna parte della piattaforma).


Quindi, questi sono i 5 fattori da considerare quando decidi se utilizzare Vimeo o YouTube per creare video corsi.
E ribadisco il mio consiglio: ritengo migliore Vimeo, anche se è quasi inutilizzabile con il piano "free" (sono permessi solo 3 video uploads) per chi stà creando contenuto formativo online.

seo

Il tuo sito web ha poche visite?

Migliora il suo posizionamento: chiedi una consulenza SEO.

I 5 articoli più letti

Podcast

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram