Cosa è il Pubblico Target e il Buyer Persona

Quando inizio una consulenza di marketing una delle mie prime domande è: “Qual’è il suo pubblico target?“. Spesso la risposta è: “tutti”. Oppure, si tende a circoscrivere il pubblico in un territorio geografico ampio. A questo livello, la risposta è per me troppo generica.

Spiego al mio assistito che la base del marketing è la definizione e comprensione del pubblico target e dei migliori clienti. Questo serve per ottimizzare il budget e attrarre con efficacia il tipo di pubblico che riteniamo più interessante.

In riferimento a quest’ultimo punto si parla di buyer personas, sopratutto nel campo dell’inbound marketing, ovvero il marketing d’attrazione con i contenuti informativi.
Fu Alan Cooper che estese il concetto di pubblico target in quello di buyer persona, per ottimizzarlo in maniera più definita, con una maggior umanizzazione del cliente.
Nel creare una buyer persona, si tende quindi a dargli un nome e cognome preciso, al quale in futuro ci si riferirà.

Segue la differenza tra i concetti di pubblico target e buyer persona.

pubblico target e buyer persona

Tappe per definire un buyer persona

La buyer persona si crea su basi concrete mediate da empatia.
Ci aiuteremo con alcune azioni, come:

  1. Chiedi ai tuoi clienti.
    Non è necessario avere grandi numeri: una base di 10-15 clienti va già bene e può aiutarci molto a vedere il nostro business da inaspettati punti di vista.
  2. Convalida le intuizioni
    É importante validare gli insight avuti dai tuoi clienti. Alcuni spunti:

  3. Quando hai dati sufficienti, riassumi tutto e passa alla creazione.
    Puoi usare:

Commenta usando Facebook

About Nicola Di Grazia

Sono un web marketing manager che si occupa di comunicazione dal 2000. In Brasile, mi sono laureato in Pubblicità e Marketing, poi specializzato in Digital Marketing Management nel 2014. Famiglia, cambiamento, condivisione sono i miei principali valori. Qui la mia storia, divisa tra 3 continenti.