Brand Positioning

brand positioningCosa è il brand positioning ?

Il brand positioning – o posizionamento di marca – è la strategia di differenziazione del brand: analizza come questo è percepito dal pubblico, con l’obbiettivo di dare alla marca un posto rilevante nella mente del cliente. In altre parole, si tratta del come una marca diventa memorabile al pubblico, per una caratteristica rilevante e specifica.

É una strategia valida per tutti i livelli di impresa, dalla PMI alle multinazionali.

Riassunto di forma breve, il processo di posizionamento ha due fasi.

Il processo di brand positioning

1) Analisi dei concorrenti

Il brand positioning utilizza le leve del marketing mix, con un’analisi specifica dei concorrenti.

Questa fase iniziale è un lavoro di “retro-ingegneria” della comunicazione: individua benefici e valori che i concorrenti stanno comunicando, la loro promessa, la semiotica.

Per fare un esempio, cosa sta comunicando Ikea o Mulino Bianco? Non esprime direttamente “compra i nostri mobili belli” o “mangia i nostri biscotti, sono buoni”. Riuscire a estrapolarlo e riassumerlo in poche parole non è spesso immediato.

2) Scrittura del brand positioning statement

Appena trovato il concetto che differenzia un brand, questo va scritto in un documento, interno all’azienda, secondo lo schema del brand positioning statement.
È un testo – non uno slogan – che orienta il marketing e la comunicazione su:

  • quale beneficio o idea distintiva l’impresa dichiarerà con costanza nel tempo;
  • come comunicarla, con chiarezza, per entrare nella mente dei consumatori.

L’obbiettivo è la differenziazione dai concorrenti o avere un brand che è leader di uno specifico settore.


Se desideri una consulenza sull’analisi dei concorrenti e la scrittura del brand positioning statement, contattaci.

Un consiglio di lettura su brand positioning

Le 22 Immutabili Leggi del Marketing Book Cover Le 22 Immutabili Leggi del Marketing
Al Ries, Jack Trout
Strategie di marketing
Anteprima
160

È una lettura fondamentale per capire i principi strategici del marketing. Che sono pochi e semplici. Un pò come i 10 comandamenti della Bibbia: semplici ma difficili poi da applicare, con costanza. Così è anche nel marketing.

La legge n.1 del libro per me è un mantra: nel marketing è più importante essere primi che migliori degli altri.

Ne è un esempio la storia del primo uomo a compiere la trasvolata atlantica in solitario. È ricordato da molti: Charles Lindbergh. Ed il secondo? Lui non è ricordato, eppure la sua traversata fu qualitativamente migliore (meno tempo, meno carburante, ecc.). Dunque, meglio essere primi.

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
« Back to Glossary Index