Growth Hacking

« Back to Glossary Index

Growth hacking: crescita e sperimentazione

Il growth hacking è una strategia di marketing, con il preciso obbiettivo di crescita di un'azienda, in breve tempo.

É un processo che usa budget minimi di marketing ed effettua rapide sperimentazioni sui canali online, per individuare i modi più efficaci per far crescere un business. L’espressione Growth Hacker, coniata nel 2010, significa letteralmente "hacker della crescita".

Storico esempio di growth hacking è Dropbox, nato appunto senza grandi pubblicità ma attraverso un programma strutturato di referenze tra utenti.

Da allora, il growth hacking é diventata una metodologia che ha aiutato diverse startup a far crescere esponenzialmente il proprio business, rapidamente.

3 fattori nella strategia growth hacking

Nella strategia di growth hacking, un'imprenditore deve concentrarsi sulla realizzazione di un prodotto o prototipo che diventi indispensabile ai clienti.

Dovrebbe poi creare dei test (con un ciclo continuo di 5 tappe) per gli utenti ideali, per validare la sua idea e creare un seguito di early adapters/clienti.

Non può mancare il terzo fattore: tutto deve essere guidato da una mission e valori di brand, per sostenere la crescita nel lungo periodo.

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
« torna all'indice del Glossario
Sede legale: Via Squaglia 364, Lucca | P.Iva: 02746830464
Contatto immediato con WhatsApp
Invia con WhatsApp