Brand Positioning

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  

brand positioning luccaCosa è il brand positioning ?

Il brand positioning – o posizionamento di marca – è la strategia di differenziazione del brand: analizza come questo è percepito dal pubblico, con l’obbiettivo di dare alla marca un posto rilevante nella mente del cliente.

É una strategia valida per tutti i livelli di impresa, dalla PMI alle multinazionali.

Primo passo: analisi

Il brand positioning utilizza le leve del marketing mix, con un’analisi specifica dei concorrenti. Questa fase iniziale è un lavoro di retro-ingegneria della comunicazione: individua i valori che i concorrenti stanno comunicando, la loro promessa, la semiotica.

Per fare un esempio, cosa sta comunicando Ikea o Mulino Bianco? Non esprime direttamente “compra i nostri mobili” o “mangia i nostri biscotti”. Riuscire a estrapolarlo e riassumerlo in poche parole non è spesso semplice.

Ultimo passo: brand positioning statement

Il risultato finale del processo di brand positioning è la creazione del brand positioning statement.
È un documento – non uno slogan – che orienta il marketing e la comunicazione su:

  • quale beneficio o idea distintiva dichiarare;
  • come comunicarla, con forza e chiarezza, per entrare nella mente dei consumatori.

L’obbiettivo è avere un brand che è leader di un settore.


Desideri una consulenza sull’analisi dei concorrenti e la scrittura del brand positioning statement?
Ho la sede di marketing a Lucca, il mio telefono è 392 2833538: contattami.

Un Consiglio di lettura su marketing e brand positioning

Le 22 Immutabili Leggi del Marketing Book Cover Le 22 Immutabili Leggi del Marketing
Al Ries, Jack Trout
Strategie di marketing
Anteprima
160

È una lettura fondamentale per capire i principi strategici del marketing. Che sono pochi e semplici. Un pò come i 10 comandamenti della Bibbia: semplici ma difficili poi da applicare, con costanza. Così è anche nel marketing.

La legge n.1 del libro per me è un mantra: nel marketing è più importante essere primi che migliori degli altri.

Ne è un esempio la storia del primo uomo a compiere la trasvolata atlantica in solitario. È ricordato da molti: Charles Lindbergh. Ed il secondo? Lui non è ricordato, eppure la sua traversata fu qualitativamente migliore (meno tempo, meno carburante, ecc.). Dunque, meglio essere primi.

Print Friendly, PDF & Email
« Back to Glossary Index