Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  

La differenza tra marketing dei servizi e dei consumi

Marketing specializzato in imprese di servizi
Quando pianifichiamo il marketing per le imprese di servizi, rispetto a quello dedicato al settore dei beni di consumo o di produzione industriale, si da particolare attenzione a:

  • Persone:
    nel settore dei servizi la sfida comunicativa è focalizzata nel valorizzare beni intangibili: si deve comunicare il fattore umano legato alla prestazione del servizio. Tra venditore e compratore si instaura una relazione che può andare oltre il normale rapporto Impresa-cliente.
  • Processi:
    illustrare i processi differenzianti di un’impresa, la sua formula “magica”.
  • Prove sociali:
    come un servizio è spesso qualcosa di intangibile, le persone cercano prove evidenti che ne testimoniano la qualità: il marketing deve allora presentare case studies e referenze di clienti soddisfatti.

video sono una scelta di comunicazione consigliata, quando l’obbiettivo è aumentare la credibilità di personeprocessi.
Anche in considerazione che nel 2017 sono saliti da 3,3 a 4,4 milioni di utenti italiani che guardano video online ogni giorno, una crescita del 34% rispetto all’anno precedente (dati IAB).

Marketing per attività di servizi

Lo Studio Fromlu accompagna il marketing di aziende di servizi – alla persona, ai professionisti – con meno di 10 addetti.

Nei servizi, le variabili di marketing sono 7, le 7P: prodotto/servizio; prezzo; promozione; place (il luogo della prestazione); persone; processi; prove sociali.

Marketing condiviso internamente

In un’azienda l’applicazione efficace delle linee di brand e marketing è un processo di medio-lungo termine.

Nei servizi, così legati al fattore umano, è importante che questo processo di consapevolezza – internal branding – coinvolga ogni risorsa dell’azienda, evitando che il mondo valoriale dell’azienda rimanga solo un make-up esterno.