Marketing per Startup

fallimento start upPer una startup o per un’azienda appena nata, la progettazione e l’esecuzione delle attività di marketing sono fasi assai delicate, che influiscono nel successo o fallimento dell’idea imprenditoriale.

Infatti, secondo una recente ricerca sulle cause di fallimento delle startup, la prima è la mancanza di un mercato per il prodotto o servizio che si propone: ovvero, non si trovano abbastanza clienti, il prodotto non piace. Questa amara scoperta però poteva essere anticipata con delle precise ricerche di marketing.

L’originale infografica, al lato tradotta in italiano, mostra quanto la sottostima delle azioni di marketing sono cause del fallimento di una start up: lo abbiamo evidenziato con punti celesti (in verità anche nella creazione del modello di business, punto 7, il marketing può fare la sua parte). Per la maggioranza, sono azioni di previa analisi, pianificazione, controllo.

Nei fallimenti, è mancata quindi una strategia superiore (con il pubblico target, mission, prezzi, distribuzione, concorrenza, ecc.), definita in un piano di marketing.

Per questo, lo Studio Fromlu aiuta in questa fase strategica. E non lascia sola la start-up nell’esecuzione. Leggi come, sotto.

A) Marketing per startup: la progettazione

1) Analisi

L’analisi che proponiamo comprende lo studio di 5 C: competitors, clienti, company (l’azienda), contesto, collaboratori.

La concorrenza – competitors

Analisi della presenza online dei maggiori concorrenti: autorità dei rispettivi siti, migliori keywords presidiate dai concorrenti, attività sul blog e social, prove sociali e altri elementi per ottenere fiducia/credibilità.

Anali del livello di chiarezza della comunicazione dei concorrenti: simboli/semiotica, narrativa, testi, payoff, target di riferimento. Cosa dicono e come lo dicono.
Sarà valutato se comunicano una proposta unica di vendita (USP) e un posizionamento di marca (brand positioning).

Lista dei prodotti/servizi più mostrati per ogni competitor.

I clienti della startup

Valuteremo le necessità dei potenziali clienti. I loro processi di acquisto.
Con la scelta del target, all’interno delle possibili segmentazioni del mercato.

L’azienda/start-up e i collaboratori

Elencheremo le risorse a disposizione, la cultura aziendale, la struttura, i valori, i collaboratori della start up.

Non si può creare strategia senza conoscere i punti forti e deboli della start up.

Il contesto del mercato

Quali sono le leggi, il livello tecnologico della popolazione, l’economia nel momento del lancio della start-up? Qual’è la conoscenza dell’utilità del servizio/prodotto tra la popolazione?

2) Condivisione del report e proposta delle linee guida

Condividiamo le analisi con i soci della start-up. E assieme approfondiremo l’esistenza di attributi liberi e rilevanti (idee differenzianti), per comunicare in maniera distinta dalla concorrenza. Ovvero: valuteremo la validità del brand positioning della start up.

Penseremo come scrivere valori e mission, di forma semplice e memorizzabile.

3) Scrittura del piano di marketing e piano di comunicazione per startup

Il piano di marketing e il piano di comunicazione di una start up sono due documenti distinti. Vediamo di seguito la differenza.

Il piano di marketing racchiude gli obiettivi aziendali a lungo o medio termine e indirizza l’azienda a raggiungerli commercialmente. Il piano di marketing include le famose 4P del marketing (il prodotto, il prezzo, la distribuzione/place, la promozione/pubblicità).

Nel piano di marketing si potrebbe quindi decidere che la distribuzione avverrà con un e-commerce piuttosto che con un negozio fisico. O decidere se innovare o puntare più sulla velocità di esecuzione. Suggeriamo che il piano di marketing sia un documento agile e vada diretto al punto, non si espanda in “fumose” 50-100 pagine.

Il piano di comunicazione invece riguarda più i mezzi che saranno usati per comunicare il servizio/prodotto proposto. Il piano di comunicazione è pensato per 12 mesi. In questo:

  • Definiamo gli obiettivi SMART ( Specifico, Misurabile, Realizzabile, Rilevante, Scadenzato), con l’idea di budget previsionale.
  • Indichiamo la miglior scelta tra mezzi/media, formati, tipo di messaggio, previsione di costi per la creazione e veicolazione, le tempistiche.

B) Esecuzione e servizi di comunicazione per startup

Dopo la fase di progettazione, non lasciamo da sola la start up nell’implementazione.
Siamo al suo fianco, con:

Chiedi consulenza per startup




Accetto il trattamento dei dati personali: saranno usati solo per rispondere al tuo messaggio. Qui leggi l'informativa completa della Privacy Policy

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •