Videomaking: da un Diamante Grezzo ad un Premio Internazionale

Colori a Metà è storytelling declinato in un cortometraggio, realizzato nel 2004, con la Cooperativa Sociale San Pietro a Sollicciano (FI).

cortometraggio videomakingAll’inizio del progetto, sentivo la sensazione di avere tra  le mani una storia di comunità che era anche un diamante grezzo: con grande potenziale ma con il rischio di rovinarlo irrimediabilmente, a seconda di come si maneggiavano le sensibilità coinvolte.

La fase di creazione fu coinvolgente: grazie alla psicologa della Comunità, Katiuscia Giannecchini, sono potuto entrare nella struttura ed ascoltare le esigenze narrative degli integranti.
Volevano comunicare la loro forti limitazioni sociali (non dico quali per non fare spoiler al video sotto), senza apparire vittime. In più incontri, mi raccontarono vari episodi di vita interna e, tra questi, scegliemmo i 3 più significativi.

Con questi, creai così lo script di “Colori a Metà”.
Una volta ultimata, lo sceneggiatura fu visionata dai partecipanti ed amici coinvolti.
In parallelo, Katiuscia preparò gli integranti della Comunità a recitare davanti ad una videocamera.

In un caldo luglio, iniziammo a registrare in esterna. Non fu impegnativo dirigere chi aveva nelle “corde” molti chiaro-scuri della vita.

Il risultato dette molta soddisfazione: gli 11 minuti del cortometraggio colpirono gli amministratori della Comunità ed attivando empatia tra gli stakeholders.

 

Nel 2006, il cortometraggio vinse il premio “Sbarriamo gli occhi” nel Festival Internazionale Visionaria.

 

L’articolo ti è stato utile?

Lascia il tuo contatto e ti tengo informato sui prossimi post con questo tema.
Commenta usando Facebook

About Nicola Di Grazia

Mi occupo di web dal 2000. In Brasile, mi sono laureato in Pubblicità e Marketing, poi specializzato in Digital Marketing Management nel 2014. Famiglia, cambiamento, condivisione, narrazione sono i miei principali valori. Qui la mia storia, divisa tra 3 continenti.